Schermata 2012-05-22 a 23.28.16

L’arte in miniatura di Slinkachu

Quanti di voi quotidianamente hanno il tempo e l’attenzione necessaria per guardarsi attorno, mentre si cammina per strada, mentre si va a prendere il tram o ci si va a gustare un caffè al bar? Potete dire con certezza di possedere ancora quel senso di magia, proprio dei bambini, nello scovare qualcosa di piccolo e nascosto per terra? Che sia una monetina o un piccolo pupazzetto abbandonato?

Uno street artist con base a Londra ha fondato tutta la sua arte proprio su questo. Come?

Little People Project è nato nel 2006 per mano e mente di Slinkachu e consiste nella rimodellazione e pittura di personaggi in miniatura coinvolti in scene ambientate per strada. Rappresenta sia un progetto fotografico sia di street art installation. Nel suo lavoro gioca con il concetto di sorpresa e incoraggia gli abitanti delle città ad essere più consapevoli del loro ambiente. Le scene che crea, ed i titoli che attribuisce a queste ultime, mirano a riflettere la solitudine e la malinconia di vivere in una grande città, in cui spesso ci si perde. Ma dietro la sua arte c’è sempre un certo umorismo. Il suo intento è quello di far entrare la gente in empatia con i soggetti delle sue piccole opere.

The feeling of being ignored and overlooked, of feeling small, is a universal onedice Slinkachu “It is as easy for us to fall through cracks in the pavement in a big city as it is for the little people.” Egli non sa cosa sia realmente successo alla pallina da tennis usata come isola. “It was quite a visible one so I’m sure somebody spotted it. I like to think some kids found it and took it home.

I suoi scorci di realtà in miniatura passano da “The Little People Project”, alle allegre lumache di “Inner City Snail” fino a giungere alla londinese Andipa Gallery con l’esibizione di Concrete Ocean.

Le sue installazioni sono così piccole da passare spesso inosservate o vengono addirittura calpestate senza accorgersene. “One of my pieces, a miniature cash machine with a figure withdrawing money, lasted three months, which I think is probably a record” ha confessato Slinkachu. Per fortuna a testimoniare le sue scenografie ci sono sempre degli scatti fotografici.

Numerosissime le mostre a cui ha partecipato:

Fame Festival 2010 (Group show and city-wide installations), Grottaglie, Italy, September 2010
Inter-Cool 3.0  (Group show) U, Dortmund, Germany, 2010
Booked  (Group show) Carmichael Gallery of Contemporary Art, Los Angeles, USA, June 2010
Extraordinary Measures (Group show), Belsay Hall – English Heritage, Northumberland UK, May 2010
London Original Print Fair Royal Academy of Arts, London, April 2010
Focus (Group show) T & P Fine Art gallery, Philadelphia, USA, March 2009
The Print Show 09  (Group show)   Black Rat Press Gallery, London, February 2009

Potete seguirlo sia su Facebook che su Twitter, oltre che leggere il suo blog.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *