slide_236486_1177440_free

Magic Art Special Exhibition – Cina

“Magic art” è davvero il nome perfetto da dare ad una mostra di questo tipo. Inaugurata all’Hangzhou Peace International Exhibition and Conference Centre, in Cina, questa mostra colleziona le opere più divertenti e fantasiose di artisti di tutto il mondo accumunati da un solo filo comune: la magia appunto.

Siamo ormai un po’ tutti abituati ad andare in museo rigidi, senza poter toccare questo o quell’oggetto, senza passare (che assurdità) una mano su di una statua per apprezzarne linee e venature, limitandoci ad apprezzare tutto con gli occhi, come se stessimo sfogliando un catalogo con belle immagini. A Hangzhou, invece, gli spettatori vivono l’emozione opposta perchè devono completare le opere con loro stessi, toccando, mettendoci la faccia (e alle volte non solo quella) per non rendere altrimenti l’opera incompiuta, mancante.

Fino al 6 agosto, i frequentatori della galleria, possono così infilare la propria testa dentro un rinoceronte (vedere per credere!), lasciarsi mangiucchiare da piranha, abbeverarsi dall’acqua che sgorga dal Manneken Pis (o almeno questa è la statua a cui ci sembra si riferisca il dipinto, se ci siamo sbagliati aspettiamo volentieri rettifica) e insomma vivere l’esperienza unica di diventare opera d’arte.

A noi questa mostra ci sembra qualcosa di più di una carrellata di foto ricordo da mandare ad amici e parenti in cui mostriamo nostra figlia che allatta una giraffa. A noi ci sembra una mostra che rispolvera il concetto che tutti noi abbiamo di mostre e musei nei quali, per colpa della stupidaggine di pochi che rischiano di rovinare delle opere secolari, siamo tutti costretti a passeggiare tenendo le mani ben lontane da qualsiasi cosa si chiami arte, perfino dagli estintori, se ci troviamo in un museo d’arte contemporanea.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *