paralympics3

Sono solo (grandi) atleti

Ieri mattina mi è capitato di leggere questo bel post che vi invito a leggere e che è stato fonte di ispirazione per quello che sto per scrivere. I giorni scorsi sicuramente avrete sentito parlare delle grandi vittorie di Alex Zanardi nella specialità Handbike alle Paralimpiadi.

Purtroppo però poco altro (ad esempio la cantante Annalisa Minetti) ha ottenuto un’attenzione mediatica degna del più grande evento sportivo (seppur per atleti affetti da disabilità) al mondo e figlia del puro gesto sportivo in sé. La sensazione è sempre quella che questa manifestazione sia comunque di serie B. Nessuna polemica da parte nostra ne tantomeno compassione per chi ha partecipato, solo un tributo a questi Atleti con la A maiuscola che, passateci il termine, si sono fatti un culo così (forse doppio) per arrivare a Londra 2012 per affrontare gli avversari. Ci piace l’empatia dello spot Samsung Uk che ricorda:

“Sport doesn’t care where you’re from, if you’re a man or a woman, tall, thin, big or short. Sport doesn’t care how you got here, how much money you make, what you believe in or not. It doesn’t care if you have two legs, one leg or wheels. Sport only cares that you’re here to take part and give your all to win.”

Immagine anteprima YouTube

Ci piacciono le immagini di Boston.com, mai scontate, che sanno cogliere appieno gli sforzi, le gioie ed i dolori di questi sportivi.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *