Viaggi e miraggi

“Alla fine di un viaggio c’è sempre un viaggio da ricominciare” cantava De Gregori, e chi ha sfruttato le vacanze natalizie per partire e ora si trova in ufficio a malincuore, non può che essere d’accordo: che cosa può allietare il ritorno alla routine se non il pensiero della prossima occasione per fuggire?

Forse anche i creativi di Ogilvy, quando stavano ragionando sulla nuova campagna di Expedia, erano da poco rientrati da un viaggio, o forse hanno solo ripreso questa filosofia per comunicare un messaggio chiarissimo: Stop wishing, start searching. A voi il giudizio!

[quote_left]“Alla fine di un viaggio c’è sempre un viaggio da ricominciare”[/quote_left]Per invitare le persone a visitare il portale, Ogilvy ha sfruttato le etichette di identificazione degli aeroporti ma anche un noto fenomeno psicologico per il quale il nostro cervello ricostruisce una parola pur leggendo solo parte delle lettere che la compongono, un po’ come se interpretasse un miraggio (e un po’ come il correttore automatico, certo..).

A noi questa campagna piace molto “..perciò partiamo, partiamo” ..un momento! Per la prossima festività bisognerà aspettare il 1° Aprile, meglio godersi la campagna ancora per un po’!


Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *