Game of Polthrones

Conoscete Game of Thrones? Si tratta di un telefilm made in USA che ha raccolto molti fan anche qui in Italia. Ma conoscete invece Game of Polthrones? Si tratta di un progetto realizzato da Fabrizio Verrocchi, Art con [quote_right]appena ho sentito l’espressione “gioco delle poltrone” è scattata la scintilla[/quote_right]fantasia da vendere, che ha deciso di raccontare le elezioni e le promesse elettorali dei vari partiti tramite le facce e i volti del telefilm, ma utilizzando motti e idee tutte di casa nostra. Abbiamo deciso di intervistarlo perché un progetto così merita e il suo successo (ne hanno già parlato da ilPost a ilSecoloXIX) ormai è sotto gli occhi di tutti, politici compresi.

Come ti è venuta l’idea di realizzare Game of polthrones?

Ho ascoltato distrattamente un tg (o era la radio? boh) e appena ho sentito l’espressione “gioco delle poltrone” è scattata la scintilla. Da lì l’unica difficoltà è stata conciliare l’idea con gli impegni di lavoro. I manifesti urlavano per essere fatti e condivisi!

Come nasce ogni nuovo manifesto? Pura fantasia o hai l’orecchio teso verso i dibattiti politici e prendi spunto da lì?

Come dicevo prima, sono idee che scalpitano per venire fuori, alimentate dal teatro dell’assurdo a cui assistiamo ogni giorno. Il motore principale è la passione per la saga di Martin, il desiderio inconscio (ma neanche tanto) di vedere i personaggi di Westeros sostituirsi alle macchiette con cui ci tocca avere a che fare. No, onestamente non ho l’orecchio teso verso i dibattiti, che anzi oggi più che mai mi sembrano privi di contenuto. Un gioco di poltrone, insomma. Conto di postarne uno al giorno fino a quando si andrà al voto, più alcune sorprese extra che mi stanno ronzando in testa…

Ti aspettavi questo successo?

Beh, sarei ipocrita se ti dicessi che non mi aspettavo nulla, la serie ha un seguito enorme e dall’altra parte stiamo entrando nel vivo della campagna elettorale…Certo gli articoli sui giornali dopo appena un paio di post sono stati una piacevole sorpresa, ringrazio tutti per le condivisioni a manetta sui social!

 

Di solito la realtà supera la fantasia: quando vedremo uno di questi poster davvero per strada?

Vederli per strada? Quando vuoi, se qualcuno vuol farsi avanti io ho i file pronti per stampa dico sul serio, eh! (ndr noi nel caso veniamo a fotografarli)

Qual è il tuo lavoro preferito tra quelli già realizzati?

Il mio preferito è Drogo/SEL “tra il dire e il fare” è quello con cui strizzo l’occhio di più agli appassionati, ma aspetta i prossimi…

Alla fine chi ti aspetti sarà il King of polthrones?

Di una cosa sono certo: li farei accomodare tutti su una scomoda poltrona d’acciaio…

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *