Vivere in un metro quadro

Da qualche settimana stanno girando in rete alcune immagini degli appartamenti più poveri di Hong Kong: si tratta di una campagna di Society for Community che ben racconta la drammaticità delle condizioni a cui sono sottoposti alcuni abitanti della metropoli asiatica.

Stretti, inospitali, al limite del verosimile, ben oltre i confini della vivibilità: gli appartamenti, ripresi dal soffitto in modo da enfatizzarne il senso di claustrofobia, mostrano una situazione di disagio sinceramente difficile da immaginare, eppure reale per migliaia di persone.


Le immagini dell’organizzazione no profit cinese non sono le prime a scegliere quest’idea creativa per mostrare il disagio della popolazione più povera: nel 2008, la Fondation Abbé Pierre utilizzò la stessa soluzione per generare una campagna che scosse parecchio l’opinione pubblica di Parigi.


Campagne struggenti, spunti per riflettere sulla povertà del mondo, sempre così difficile da immaginare nella sua durezza quotidiana.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *