L’iper realismo di Nathan Walsh

Una delle cose che amo di più nell’arte è lo stupore. Quando guardo un’opera e voglio passare del tempo ad osservarla per appagare il senso di stupore e sorpresa che mi ha causato credo che l’opera abbia fatto centro. Come un buon libro che ti rende schiavo dopo poche pagine, così un quadro, una istallazione o una statua, se riescono a creare stupore e meraviglia rientrano nello straordinario, nell’eccezionale. Per me spesso l’arte raggiunge il suo scopo quando non ti fa ad esempio capire nemmeno con certezza cosa stai guardando, e uno dei maestri di quest’arte è Nathan Walsh.

nathan-walsh-new-york-photorealistic-paintings-7

Il suo lavoro è pura illusione. Ci si trova di fronte a tele perfette dove, anche i fotografi più esperti e gli amanti di mostre di pittura, non riescono a capire cosa si trovano di fronte ai propri occhi.

12

Nathan-Walsh_web3-1

Nathan Walsh è un pittore britannico che ama scene urbane, città paesaggi. Spesso nei suoi quadri si può vedere New York e Chicago riprodotte in modo unico. La pioggia può essere rappresentata in modo così perfetto da riuscire a cogliere anche le più piccole gocce di pioggia su un lampione.

nathan-walsh-new-york-photorealistic-paintings

paintings_nathan_walsh_7-990x796

walsh-7

A differenza di molti altri artisti, Nathan non si affida alla fotografia ma a centinaia di bozzetti per arrivare alla fine al suo lavoro finito, perfetto. Da vedere, rivedere e incorniciare.

walsh-12

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *