Ciao mamma, guarda quanto mi diverto… A Torino!

Un po’ di pioggia e un tempo incerto fino all’ultimo, ma il treno per Torino direzione Backup Tour 2013 è partito puntuale.

Un biglietto acquistato senza pensarci troppo su, il primo dopo quasi due anni a Milano. Un concerto che sapevo già mi avrebbe riempito di dolce e sana energia.

40.000 persone hanno saltato per quasi 3 ore a ritmo di “Ciao mamma”, “Megamix”, “Gimme Five”, “Non m’annoio”, “Tensione evolutiva”, “Safari”, “La mia moto”, “Serenata rap”, “Tutto l’amore che ho”, “Ciclo della notte”, “Ti porto via con me”, “Ora”, “Le tasche piene di sassi”, “Terra degli uomini”, “Tanto Tanto Tanto”, “Io danzo”, “Muoviti muoviti”, “Una tribù che balla”, “Bella”,  “Raggio di sole”, “Baciami ancora”, “A te”, “Il più grande spettacolo”, “L’ombelico del mondo”, “Ragazzo fortunato”, “Penso positivo”.

Un Jovanotti carico, impegnato e contemporaneo, che dimostra un’importante maturazione professionale. Un musicista, che con la sua voglia di sperimentare, ha fatto suoi diversi generi musicali.

Godetevi questi 5 minuti di backstage, girato prima dell’inizio del concerto.
Immagine anteprima YouTube

Ho visto questo video dopo l’esibizione e c’è una frase che mi ha stupita particolarmente: “Vado in camerino e mi faccio somministrare una dose forte di antidolorifico per la schiena!” – impensabile considerando la carica che ha sprigionato sul palco. Un eterno ventenne.

È stato un concerto che ha accolto un ampio target: donne incinta, giovani scatenati, famiglie con bambini, uomini in camicia. Tutti uniti dalla carica di un grillo colorato.

A non passare inosservati sono stati anche i suoi incredibili ed eccentrici outfit.

Tre megaschermi posteriori hanno accompagnato tutte le sue canzoni con video che meriterebbero un’intera sezione, emozionanti.

Fonte dell’immagine.

Strabiliante il lavoro fatto dai visual artist, I Ragazzi Della Prateria. Animazioni astratte, riproduzioni distorte, amplificate e moltiplicate dell’immagine di Jovanotti in real time. Difficile seguire i movimenti del cantante, una vera e propria carica di adrenalina che corre su e giù per il parco. Il video pubblicato da Wired svela i segreti della tecnologia utilizzata durante l’esibizione. Merita un’occhiata.

Lorenzo ha anche lanciato messaggi positivi, di fiducia verso il prossimo, riprendendo il discorso di Steve Jobs ai neolaureati di Stanford, e trasmettendo una grande voglia di lottare per affermare le proprie idee, per realizzare i propri sogni.

Guardatevi queste splendide foto tratte dal suo tour.

Per finire, un messaggio, lasciato sulla sua bacheca Facebook a tutti i suoi fan:

TORINO… GRANTORINO!
in questa notte fantastica!
Che bello suonare per voi ragazzi!
Grazie!

 

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *