Polizia, patatine e droga

Per chi non lo sapesse la Polizia di Seattle ha dei profili sui social media a dir poco geniali. Oltre che efficienti, godono infatti di buona popolarità grazie ad un tono spesso scherzoso, mai volgare e, in certe occasioni come questa che vi raccontiamo, sorprendente.

Dopo la legalizzazione della marijuana a Washington lo scorso autunno, la polizia di Seattle ha deciso di distribuire 1.000 sacchetti di Doritos (una marca molto famosa di patatine) ai partecipanti del Seattle Hempfest festival, aggiungendovi sopra degli adesivi che ricordavano ai partecipanti i DO’S and DON’T per il consumo di marijuana, anche se il suo consumo è legale.

hempfest-hed-2013

Su questi sacchetti, come potete vedere dalla fotografia qui sopra, sono quindi ben visibili questa serie di “consigli” che non possono di certo essere ignorati da chi si vuole sfamare con un bel sacchetto di patatine gratuito. Scritte come:

DON’T

“Non guidare dopo il consumo”

“Non dare o vendere marijuana a ragazzi sotto ai 21 anni”

“Non usare l’erba in pubblico”

DO’S

“Ascoltate the Dark Side of the Moon ad un volume ragionevole”

“Godetevi l’Hempfest”

Il marchio Doritos non è stato coinvolto nella pianificazione della campagna, ma non per questo si sono preoccupati per questo a dir poco bizzarro posizionamento del prodotto. Vedremo mai campagne di sensibilizzazione di questo tipo anche in Italia?

hempfest-1

Per farvi capire invece il tono dei profili della Polizia di Seattle, più che mille parole vi basterà leggere questo tweet che annuncia ufficialmente la fine delle scorte di Doritos da parte della polizia: non avete già un po’ voglia di cambiare Paese, vero?

Commenti

commenti

2 pensieri su “Polizia, patatine e droga

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *