Ayrton Senna 1989: l’omaggio di Honda

L’automobile con cui giocavo da piccolo aveva la livrea bianca con una fascia rossa e il numero 1 stampato sul muso. Era una McLaren, era l’auto di Ayrton Senna e montava un motore Honda. Be’, la mia non l’aveva, ma l’originale sì, ed era il migliore in circolazione: in pochi se lo ricordano, così Honda ha trovato un modo per richiamarlo alla memoria. E per rendere omaggio a Senna, il più forte di sempre.

Ayrton Senna 1989

Il 1989 era l’anno in cui Honda ha introdotto la telemetria nelle auto di Formula 1, rendendo disponibili in real-time migliaia di dati. Il 1989 era anche l’anno in cui, sul circuito di Suzuka, nel GP di casa per i fornitori giapponesi, Senna mise a segno un giro di qualificazione strepitoso. Lontani ricordi persi nel tempo? Non direi.

Sound of Honda

Grazie ai dati accumulati dalla telemetria e conservati fino ad oggi, la Honda è stata in grado di ricreare il giro perfetto di Senna. Come? Attraverso una serie infinita di altoparlanti che ha riportato in vita il rumore di quel motore, accompagnato per l’occasione da un suggestivo fascio di luce che ha permesso di ‘vedere’ la monoposto. Un brivido lungo la schiena per tutti i testimoni del giro fantasma, ecco il video!

Immagine anteprima YouTube

Non finisce qui, perché sul sito di Honda troverete la resa grafica dei dati telemetrici e il video di making off (con sottotitoli in inglese). Un’idea quantomeno bizzarra, un risultato pazzesco, un omaggio dovuto e sentito ad Ayrton Senna. A cui ci aggreghiamo volentieri anche noi, e io in particolare, che tifo McLaren proprio per colpa di quella macchinina.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *