Minimiam, ambientazioni minimal da leccarsi i baffi

Parlare e scrivere di cibo ci piace tanto, basti guardare i numerosi post dedicati al tema food! Oggi affrontiamo l’argomento accostandolo alla fotografia con il progetto Minimiam, sintesi di “miniature”, ovvero miniatura e di “miam”, ovvero da leccarsi i baffi.

1

Minimiam, lavoro fotografico della giapponese Akiko Ida e del francese Pierre Javelle, rappresenta situazioni quotidiane utilizzando omini in miniatura in ambienti creati utilizzando principalmente cibi.

2

3

Non mancano immagini di caccia tra cracker, furti di sushi e miniere di di focacce: paradisi per golosi e non solo!

4

5

6

E se i marshmallow possono trasformarsi nel Polo, e così difficile immaginarsi un’impresa edile addetta a gonfiare chicchi d’uva?

7

10

11

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *