10014937_499077960197764_1684947992_o

HUVr: la verità sullo skate di “Ritorno al futuro” che diventa realtà (VIDEO)

Ieri la Rete è impazzita guardando il video diffuso da HUVr, fantomatica compagnia statunitense che afferma di aver realizzato il sogno di tanti (me compreso) dando alla luce uno skateboard volante. Sì, avete capito bene, volante!

10014937_499077960197764_1684947992_o

Lo skateboard, identico a quello utilizzato da Michael J. Fox in Ritorno al Futuro 2, sarebbe stato realizzato da un gruppo di ex-studenti del MIT che afferma di aver vinto la forza di gravità e per sostenere le proprie prove, hanno chiamato a dimostrazione personaggi del calibro di Tony Hawk, Moby e Christopher Llooyd (per chi non conoscesse la faccia di questo nome basti dire che si tratta del “Doc Brown”). Neanche a dirlo, con tutto questo materiale a disposizione, in poche ore il video è diventato virale e dalla sua pubblicazione è già arrivato a una quota di poco sotto gli 8 milioni di visualizzazioni. Ecco a voi il video “incriminato”:

Immagine anteprima YouTube

Non siamo dei bambini, e prima di esprimerci sul prodotto ci siamo detti: bella trovata, ma cosa c’è davvero dietro questo video e questo sito? Indagando (come tanti di voi avranno già scoperto leggendo in rete) abbiamo scoperto che uno dei team leader del progetto in realtà è un attore (che ha studiato economia, a Princeton); se si ferma il video a un certo punto, alcuni affermano che si intravedono i fili che tengono a mezz’aria lo skateboard (noi non li abbiamo visti, se ci potete aiutare ve ne saremo grati) e infine che al video ha collaborato un membro del sito Funny or Die.
Le teorie al riguardo sono state infinite, ma che fosse tutta una triste bugia, è stato confermato da Christopher Lloyd stesso, con un secondo video che smentisce tutto e lancia un contest su Facebook per ottenere il famoso e prezioso skate firmato da tutti i personaggi presenti nel video, commentando il post di scuse dedicato al video.

Voi cosa farete, parteciperete al contest o vi sentite troppo arrabbiati per essere stati presi in giro da FOD?

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *