Copertine di dischi “aumentate”

Non so se capita anche a voi, ma spesso, guardando un quadro relativo a un paesaggio, mi piace immaginare cosa ci sia oltre la cornice; questo andare oltre può essere applicato a gran parte delle immagini utilizzate in comunicazione, dalla moda allo sport. L’esercizio compiuto dall’agenzia creativa Apitude è relativo al campo musicale, creando versioni aumentate di celebri copertine di dischi in cui si va oltre i limiti della cover, ricreando realtà e mondi immaginari.

bieber

Capita così che Justin Bieber, ritratto con viso angelico nella copertina del suo primo album My World, stia in realtà venendo arrestato per una delle sue numerose bravate.

1

Da Bieber passiamo a Bruce Sprinsteen e il suo celebre album Born In The U.S.A., forse il lavoro più famoso del cantante americano; se pensate che il jeans e il cappellino appartengano a lui vi state sbagliando… guardate poco più sotto!

springsteen

2

Un’altra celebre foto nell’universo delle copertine musicali è senza dubbio quella di Parklife dei Blur del 1994, in cui due cani corrono a grande velocità; e se invece di gareggiare stessero scappando da qualcuno o qualcosa?

blur

3

Le ali da angelo che compaiono sulla cover del greatest hits di Fatboy Slim sono state un ottimo spunto per i creativi di Apitube! Come non trasportare il corpulento ragazzo alato in un ambientazione da quadro rinascimentale?

fatboyslim

4

Non se la passa invece molto bene il bimbo protagonista di Nevermind dei Nirvana… la caccia alla banconota da 1$ si è trasformata in qualcosa di molto più pericoloso!

nirvana

6

Per finire non poteva mancare una citazione ai The Beatles; lo sapevate che poco oltre Abbey Road inizia la celebre Route 66?

beatles

7

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *