Andrea 2

#Mollotutto e vado in Jamaica!

Sì, avete letto bene, questa frase è vera ma non sono io a dire “#Mollotutto e vado in Jamaica” l’ha pronunciata davvero il vincitore del contest Appleton Estate che si sta finalmente apprestando a partire e ad iniziare così un’esperienza unica ed inimmaginabile per un ragazzo: vivere 6 mesi in Giamaica, spesato e stipendiato per raccontare ciò che sarà la sua vita alla scoperta dell’isola. Facciamo un po’ d’ordine. Qualche mese fa era apparso su LinkedIn un annuncio di lavoro che aveva lasciato in molti allibiti perché veniva aperta una candidatura proprio per occupare questa posizione.

Andrea 2

Il fortunato vincitore del contest è stato Andrea Cavallo Perin, che abbiamo avuto il piacere di conoscere presso il Reply store di piazza Gae Aulenti a Milano. Lui è pronto per trascorrere sei mesi alla scoperta di una “undiscovered” Giamaica e, soprattutto, è pronto per raccontarla sui blog e i social network di Appleton Estate che ospiteranno la sua esperienza. Andrea non è una persona qualunque. Già perché, torinese di nascita, è riuscito a farsi notare su oltre 1.200 candidature ricevute, ha superato intensi giorni di colloqui e cinque appassionanti prove. 28 anni, una vita da creativo non solo per lavoro ma anche nell’anima, visto che ha deciso di mettersi in gioco grazie ad un’esperienza davvero unica.
Il progetto “#Mollotutto – Jamaica Chronicles”, vede quindi ora Andrea protagonista di un diario di viaggio digitale dove racconterà la sua avventura sull’isola alla ricerca di luoghi, persone, sensazioni e odori che legano il rum giamaicano per eccellenza al suo Paese d’origine.

Andrea 1

Parlando con Andrea abbiamo scoperto che all’inizio la sua candidatura non ha avuto molto risalto: “Mi hanno scartato all’inizio perché ho detto pure una parolaccia. Poi ho scoperto che sono arrivato tra i primi 30 selezionati e da lì sono iniziate le varie prove con autori televisivi, videomaker bravissimi e…io!”

Il sito ufficiale www.appletonrum.it e i canali social di Appleton Rum Italia, sono quindi pronti a realizzare una “guida anticonvenzionale” della Giamaica più autentica.

21YrBottle

La valigia è pronta e Andrea ha gli occhi di chi ha davvero detto “#Mollotutto e parto per la Giamaica”. È vero, non aprirà il classico chiringuito che tutti sognano di aprire almeno una volta nella vita, ma questo ruolo di storyteller non convenzionale che tutti noi vorremmo interpretare almeno una volta nella vita. Noi ci accontenteremo di leggere e guardare il racconto di Andrea, e voi? Partirete con la valigia e la vostra bottiglia di Appleton dentro la valigia?

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *