Le novità del Mobile World Congress 2015

Quante volte avete sentito la frase “questo sarà l’anno del mobile!”? Secondo noi (e molti di voi immagino) è già da un pò che il mobile è al primo posto in tutti i contesti: app, siti responsive, mobile couponing, geolocalizzazione, video e photo sharing e così via! Puntuale come ogni anno, il mondo del mobile trova il suo momento clou con l’evento spagnolo del Mobile World Congress di Barcellona. Terminato proprio in queste ultime ore (l’appuntamento è già per la prossima edizione di fine febbraio 2016), come spesso accade non sono mancati i grandi annunci dei big, in primis Samsung.

111

Le novità più importanti, dal nostro punto di vista, sono state le seguenti; tenete conto che in cinque giorni di fiera sono stati presentati tantissimi prodotti e numerosissime soluzioni… se ne avrete la possibilità segnatela come una delle fiere da visitare!

Samsung Galaxy S6

Presentato in pompa magna il primo giorno di fiera, il nuovo Galaxy arriva in due versioni, normale e edge, quest’ultimo con bordi curvi su entrambi i lati.

222

33

Giunto alla sesta edizione, il Galaxy si è evoluto nel corso degli anni in questo modo (fonte wired.it):

444

Dal campo degli smartphone passiamo a quello dei wearable device con le novità introdotte da Pebble, ovvero il sistema Smartstraps, cinturino smart che permette di arricchire ancora di più il proprio smartwatch.

666

555

Secondo The Next Web, l’annuncio di Pebble (cinturino smart con numerosi sensori) potrebbe essere una cattiva notizia per Apple che nei prossimi giorni (9 marzo) lancerà il proprio smartwatch con un evento dedicato.

777

Tra i personaggi principali che hanno calcato il palco delle presentazioni a Barcellona, uno dei più importanti è stato senza dubbio Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, qui presente principalmente per sostenere il progetto internet.org e per parlare di come è cambiato il mondo della telefonia negli ultimi anni. Ce ne siamo accorti tutti quanti, per anni abbiamo pagato per utilizzare i nostri telefoni per voce e sms, mentre ormai, da qualche tempo, spendiamo principalmente per il traffico dati; Zuckerberg dice di non sapere quale sia il modello di business perfetto per chi si occupa di telecomunicazioni (gli operatori)… ciò che conta per lui è far comunicare le persone, connetterle e allargare il più possibile queste possibilità.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *