Mamma sono entrato in banca! E non me ne sono accorto

Come vi abbiamo raccontato qui, abbiamo iniziato da qualche tempo a prendere confidenza con Hype fino a renderci conto che, siamo entrati in una banca e davvero non ce ne siamo accorti! Quando Pietro Sella, CEO di Banca Sella, ha presentato Hype, pensavo di trovarmi di fronte ad una normale app come tante. In realtà in pochi passaggi fatti con il mio smartphone, mi son ritrovato a disposizione un IBAN e una carta di pagamento virtuale che poi, nostalgico e amante comunque delle cose fisiche, ho ottenuto pure nella sua versione “plastificata”. Proprio quando mi è arrivata la carta di credito Hype (passatemi il termine) mi son reso conto di quante cose in più questa app è stata in grado di fare. Già perché, felice possessore già di una normale Visa, ho avuto modo grazie alla carta Hype, anche di provare la tecnologia contactless, per effettuare pagamenti di prossimità.

lifestyle_hype_1

Se ancora non la conoscete, Hype è un’app per smartphone, Hype, permette di inviare e ricevere denaro in tempo reale, di gestirlo per raggiungere obiettivi prefissati, e di effettuare pagamenti online e presso negozi fisici. Ma oggi vi vogliamo raccontare non solo la storia di come sia entrato in banca senza accorgermene, ma anche di come sia nata Hype.

È il 2013 quando il team di Banca Sella che lavora sui servizi digitali, immagina una nuova concezione di servizi bancari e un nuovo modo per realizzarli e diffonderli. Da questo primo nucleo di persone e per questo scopo nasce SELLALAB, l’acceleratore che ha l’obiettivo di supportare la nascita di nuove startup e rivoluzionare la divisione di ricerca e sviluppo interna alla banca per avviare un confronto aperto con i clienti ed evolvere i servizi a loro dedicati.

È proprio in SELLALAB che il team inizia a lavorare all’idea di una banca leggera. Una banca che non si vede, in grado di abilitare gli scambi di denaro della vita quotidiana ed il commercio elettronico attraverso l’uso digitale della moneta. Una banca capace di parlare la lingua del mondo digitale. In una parola, una banca semplice.

Quasi contemporaneamente nasce Appersonam, startup fondata da Federico Meconi. La sua ambizione: semplificare l’uso del denaro. Una visione più che affine a quella di SELLALAB, tanto che poco tempo dopo le due realtà si incontrano. Alla domanda di Pietro Sella “Tu cosa vuoi fare?”, Federico risponde: “lavorare insieme per creare un nuovo modo di gestire il denaro, semplice, utile e facile. Come un’app”.

Insomma, in Italia si può sognare ancora, si possono utilizzare davvero opportunità come queste offerte da Banca Sella per avere a disposizione un trampolino di lancio come questo. Ora Hype può essere nelle tasche di tutti noi grazie ad un imprenditore lungimirante e alla voglia di fare di ragazzi normali come noi, non trovate?

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *