Wurstel che pubblicano le foto della propria vacanza

Stamattina vi parlavamo giusto qui su Viraland del divertente Tumblr Hot Dog Legs. Ebbene, avrete certamente notato la divertente pagina Facebook che prende spunto dal Tumblr –> Wurstel che pubblicano le foto della propria vacanza che registra 96.000 e più like in 19 ore di esistenza (in pratica la mia timeline di FB stamane era un Wurstel :D). Sensazionale vero?! In parte… Questi fenomeni passeggeri che fine faranno tra qualche mese? Ricordate il tormentone Berlusconi restituisce cose di poco prima delle elezioni? Una pagina FB, 105.000 like e zero aggiornamenti di stato negli ultimi 20 giorni… Buon like! Continua a leggere Wurstel che pubblicano le foto della propria vacanza

Instagram con Video?

Il 20 giugno Instagram (cioè Facebook) introdurrà anche i video al suo interno. Colpa del successo di Vine? Forse. Dopo l’arrivo degli hashtag la seconda novità che starebbe bollendo nelle pentole di Palo Alto sarebbe l’introduzione proprio dei video su Instagram. Sarà vero? La base di utenti di Instagram si abituerà facilmente alla novità abbandonando Vine? Staremo a vedere. [button target=”_blank” style=”” class=”” link=”http://techcrunch.com/2013/06/17/source-instagram-will-get-video-on-june-20/”]Read More…[/button] Continua a leggere Instagram con Video?

#ScribeBillboard: illustrazioni nate da un Tweet.

Cecilia Beaven è un’artista visuale che è riuscita a racchiudere in un’unica opera arte, social media e advertising. Cecilia Beaven risiede a Città del Messico, dove è nata. Si è laureata presso la Scuola Nazionale di Pittura, Scultura e Incisione “La Esmeralda”, dove ha studiato il Bachelor of Visual Arts. Il suo lavoro si sviluppa principalmente intorno al disegno, ma il suo interesse per la grafica si lega ad altri supporti come la pittura, l’animazione e il multimedia. Il suo lavoro è stato esposto in alcuni spazi di Città del Messico e Oaxaca, oltre che a festival in Colombia, Stati … Continua a leggere #ScribeBillboard: illustrazioni nate da un Tweet.

Twitter Lamp

Un tempo lo si chiamava ‘cancelletto’, era un segno di punteggiatura che aveva trovato impiego in un angolo delle tastiere dei nostri telefoni. Oggi, si chiama Hashtag ed è diventato irrinunciabile: indicizza, segnala gli argomenti di interesse, è l’emblema di un’epoca, e a volte viene da chiedersi come si potesse vivere senza! [quote_right]”più l’argomento è twittato, più la luce si fa colorata”[/quote_right]A pensarci, lo stesso accadde negli anni ’50 alla televisione: entrò nelle vite degli italiani in pochissimo tempo e portò un’informazione così rapida che sembrò non si potesse proprio chiedere di più, un’idea insuperabile, impossibile da migliorare. Poi arrivò … Continua a leggere Twitter Lamp