Una luna grande un pixel

Sembra sciocca come affermazione ma “lo spazio è composto quasi del tutto da spazio”. L’universo è un vuoto quasi infinito nel quale tutti i partecipanti al movimento interstellare, grandi e piccoli, si muovono senza sosta in un costante attrarsi di forze. Nonostante oggi la nostra concezione dell’universo sia pienamente soddisfacente, però, fatichiamo ancora a renderci conto delle reali distanze che intercorrono tra i corpi spaziali.

Capture

I non esperti, che si limitano a un frullato di Internet e Discovery Channel – di cui il sottoscritto è capofila -, saranno infatti costretti a ricredersi sulle reali dimensioni del nostro stesso sistema solare. Guardiamo la luna a occhio nudo e ci convinciamo che sia a un tiro di schioppo dalla Terra, che se siamo stati capaci negli anni ’60 di allunare senza incidenti il satellite non è poi così distante.
E qui, come si dice, casca l’asino.

La luna e i corpi del sistema solare sono molto più distanti di quanto siamo portati a credere. Per rendercene conto si dovrebbe disporre di una mappa che renda visibili allo stesso tempo i pianeti e le loro distanze. Josh Worth, creativo per professione che si muove nel campo del web-design come una fiamma in una pineta, ce ne ha fornita una. Servirebbe qualche foglio di carta di troppo però per avere nero su bianco queste misure, ma Worth ha trovato la soluzione.

Capture

Nel suo “If the moon were only 1 pixel”, sito internet consultabile qui, Worth ha espresso magistralmente la grandezza dei pianeti in pixel, basandosi su una scala predefinita per cui la luna equivale, appunto, a 1 pixel. Continuando a muoversi verso destra, allontanandosi sempre più, incrociamo i pianeti del nostro sistema solare percorrendo le distanze tra i corpi celesti ridotti in scala. Il tempo necessario per arrivare alla fine della pagina, quindi alla fine del sistema solare, rende perfettamente l’idea di quando siano realmente distanti i pianeti tra loro.

Capture

Un modo tedioso, come dice lo stesso Worth, di rappresentare il sistema solare che però ci permette di capire quanto realmente siano lontani da noi la luna e i suoi compagni di merende; Mercurio, Giove, Marte, Saturno e gli altri. Basta allontanarsi un po’ con il cursore del mouse, guardando il vuoto che ci separa dagli altri pianeti, per sentirci piccoli e insignificanti, imparando una volta per tutte una lezione importante: le dimensioni contano.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *