Quando un’immagine vale più di mille parole

Questa volta non sono qui a parlavi di autori famosi, progetti interessanti o fotografi emergenti.
Niente nomi illustri, niente tecnicismi, niente idee all’avanguardia.
Solo una foto.
Una foto che, però, ha un significato più profondo di molti discorsi e di fiumi di parole.

Jason Ellis.
33 anni.
Americano.
Sposato e con due figli.
Professione poliziotto.
Uno come tanti, insomma. Ma con un compagno di lavoro fuori dall’ordinario: Figo, un pastore tedesco in dotazione all’unità cinofila K-9.
Il 25 maggio, all’uscita della rampa di un’autostrada del Kentucky, a seguito di una sparatoria Jason muore.
I rischi del mestiere, forse. Con tutte le informazioni che ci arrivano quotidianamente, questo non ci colpisce neanche più di tanto. Ne sentiamo tutti i giorni di queste cose.
Al funerale del giovane presenziano i parenti, gli amici, parte della cittadinanza che lui aveva protetto col suo lavoro e i colleghi del distretto. Tra di loro, Figo. Che forse è l’ultimo a rassegnarsi a quella scomparsa. E che, nel momento dell’estrema unzione, compie quel gesto tanto semplice per un cane quanto carico di significato: dare la zampa. Dare confidenza e fiducia a qualcuno. Figo si alza, si trascina lentamente verso il feretro, e “dà la zampa” poggiandola sulla bara. L’ultimo saluto al suo compagno.
Nessuno si è sognato di fermarlo, di allontanarlo o di staccarlo da lì.

Figo ha toccato i cuori di tutti i partecipanti, e questa foto, che lo immortala nel gesto, ha già fatto il giro di tutto il mondo. Per ricordarci che, anche se non ci possono parlare, ci sono amici che non ci dimenticheranno mai.

cane--620x420

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *