Pane al pane, app all’app

Il pane, oltre ad essere una fonte preziosa e un elemento principale nella nostra dieta, è uno di quei cibi che, per il suo costo e a come riesca a “riempire” (passateci il termine) lo stomaco, è prezioso come poche cose al mondo. Da questa idea, e non solo, è nato il progetto Expolis. Si tratta di una applicazione diversa rispetto a quelle che siamo abituati a vedere sui nostri smartphone ogni giorno, è in grado infatti di ridistribuire le risorse a nostra disposizione per darle a chi non ha le nostre stesse possibilità. Il progetto, inserendosi nel tema di EXPO, sensibilizza sul tema dello spreco, e offre una soluzione riferita a una risorsa fortemente simbolica: il pane!

expolis

Expolis è una app che mette in contatto panettieri che a fine giornata hanno pane in eccesso con organizzazioni di volontariato (odv) che aiutano gli emarginati e volontari disposti a prendere il pane in eccesso e portarlo dove c’è bisogno. Oltre ad evitare gli sprechi si può fare del bene, cosa ci può essere di meglio? L’idea di partenza del progetto è semplice: censire e geolocalizzare i luoghi dove si generano surplus di risorse e dove esse possono essere utilizzate, disporre di volontari disposti a muoversi tra tali luoghi e collegare luoghi e volontari sfruttando la tecnologia “mobile”. Come funziona ogni giorno questo progetto?

1: invio automatico di un sms alle PANETTERIE e ai VOLONTARI che aderiscono all’iniziativa

2: RICEZIONE DELLE DISPONIBILITA’ tramite format semplificato

3: MATCHING tra offerta e domanda

4: INVIO DI SMS PER ASSEGNARE TASK AL VOLONTARIO E INFORMARE LA PANETTERIA SUL PRELIEVO

Il pane raccolto in piccole quantità dai volontari – per consentire un trasporto agevole in bici, scooter o mezzi pubblici – viene subito utilizzato dalle odv partecipanti o stoccato nei freezer. E voi cosa ne pensate? Se non vi è chiaro il procedimento, guardate questo video che può aiutarvi a capire ancora in modo più semplice come funziona:

Immagine anteprima YouTube

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *