Jeep: see whatever you want to see

Le illusioni ottiche, che siano geometriche, prospettiche o di colore, mi hanno sempre affascinato; tra le varie illusioni, le figure ambigue sono quelle più incredibili dal mio punto di vista… mi ricordo di un libro letto da bambino in cui compariva un coniglio che di colpo si tramutava in anatroccolo! Così, appena ho visto la comunicazione realizzata per Jeep dall’agenzia Leo Burnett, non ho resistito; per rappresentare i valori del brand si è infatti deciso di utilizzare delle creatività ambigue accompagnate dal claim Jeep – See Whatever You Want To See leggibile in entrambi i sensi. Advertising Agency: Leo Burnett, France Executive Creative … Continua a leggere Jeep: see whatever you want to see

Volvo e Jean-Claude Van Damme

Tutti ricordiamo Jean-Claude Van Damme e i suoi film. In meno di noi sappiamo però che l’attore (Belga) oltre ad aver studiato per anni arti marziali, ha tra le sue doti anche l’essere un regista, [quote_right]”What you see is a body crafted to perfection”[/quote_right]uno sceneggiatore e un culturista. Insomma un uomo che ha fatto del suo corpo un’arte. Ora, alla bellezza di 53 anni, ha deciso di dimostrare di avere ancora la possibilità di dare del filo da torcere a tanti colleghi. Tra le sue doti c’era infatti una spaccata micidiale e Volvo ha deciso di mostrare che è ancora … Continua a leggere Volvo e Jean-Claude Van Damme

Ayrton Senna 1989: l’omaggio di Honda

L’automobile con cui giocavo da piccolo aveva la livrea bianca con una fascia rossa e il numero 1 stampato sul muso. Era una McLaren, era l’auto di Ayrton Senna e montava un motore Honda. Be’, la mia non l’aveva, ma l’originale sì, ed era il migliore in circolazione: in pochi se lo ricordano, così Honda ha trovato un modo per richiamarlo alla memoria. E per rendere omaggio a Senna, il più forte di sempre. Il 1989 era l’anno in cui Honda ha introdotto la telemetria nelle auto di Formula 1, rendendo disponibili in real-time migliaia di dati. Il 1989 era … Continua a leggere Ayrton Senna 1989: l’omaggio di Honda

Il viaggio in una Volkswagen Karmann Ghia alimentata dai Social Network!

Nel Kansas esiste un programma del dopo scuola che ha l’obiettivo di stimolare gli studenti ad apprendere, ampliare la loro visione sul futuro e di avere un impatto positivo sullo sviluppo della forza lavoro urbana. Il programma è finanziato attraverso la sponsorizzazione nazionale di Bridgestone, Hertz Corporation, SONIC ®, America del Drive-In ®, American Society of Mechanical Engineers (ASME), VML, e KCP & L,  oltre che attraverso le fondazioni locali e singoli collaboratori. Come si chiama tutto ciò? Minddrive. Volete sapere su cosa stanno lavorando ora? 30 studenti hanno convertito una vintage Volkswagen Karmann Ghia in una macchina interattiva che … Continua a leggere Il viaggio in una Volkswagen Karmann Ghia alimentata dai Social Network!

Arte dalla polvere

Oggi vi parliamo di una forma d’arte che nasce da poco più del nulla, dalla polvere. Scott Wade, già soprannominato “il Da Vinci della polvere” o “il Michelangelo del Fango” (anche se lui preferisce il più umile “L’artista delle auto sporche”), è quell’uomo che, al contrario della maggior parte di noi, quando vede un’auto sporca e impolverata impazzisce dalla gioia. Lo immagino che si avvicina, osserva e contempla la macchina zozza e poi fa partire la sua creatività e la sua mano sul finestrino/lunotto che da lì a poco si trasformerà in vera e propria opera d’arte. Eccone le prove: … Continua a leggere Arte dalla polvere