Mobili di carta

Costruire modelli di carta è un passo centrale nel processo di progettazione, ma Stephanie Forsythe e Todd MacAllen, hanno deciso di farne un business senza arrivare alle fasi successive del prodotto. Molo, la loro specializzazione è proprio questa: realizzare prodotti di carta di grandi dimensioni che fungono da mobili, illuminazione e divisori scultorei. Flessibilità e armonia sono le parole chiave per capire come lo spazio che ci circonda può vivere in modo completamente diverso se attorniato da buon gusto e…Carta. Il loro lavoro è diventato oggi parte della collezione permanente del MoMA, e riuscendo ad impressionare ogni volta i visitatori … Continua a leggere Mobili di carta

Paper city

Eccomi di ritorno con la mia passione per i cortometraggi! Subito inquadriamo il soggetto: un elicottero immaginario segue la corsa di una piccola automobile dentro ad un mondo di carta in cui edifici, alberi e montagne si sollevano e si appiattiscono al suo passaggio. Ecco un paio di frame per stuzzicare la curiosità: La storia è semplice e lo stile pulito, il video trasmette un senso di immediatezza e tranquillità: merito del suo ideatore, Maciek Janicki, così come della produzione di Renderfarm, una società di Cracovia il cui motto recita esplicitamente: ‘You do your projects, we render them’. A voi … Continua a leggere Paper city

Carta o cartone?

Quando pensiamo a carta e cartone, ci viene in mente una serie di oggetti di uso quotidiano, solitamente di scarso valore ma di elevata praticità. Una rappresentazione che, a pensarci bene, è l’esatto contrario dell’idea di arte, a cui associamo invece caratteri di pregio e astrazione. A prima vista un’opposizione piuttosto netta, eppure in Inghilterra qualcuno ha provato a ragionarci più a fondo. Chris Gilmour, artista inglese contemporaneo, lavora solamente con il cartone e un po’ di colla, realizzando oggetti quotidiani a grandezza naturale, con un’attenzione ai particolari maniacale che dona alle opere un fascino inaspettato. Ma non è l’unico … Continua a leggere Carta o cartone?